News

Gigliola Cinquetti gran Signora di Eurovision 2022 con “Non ho l’età” – iO Donna

Gigliola Cinquetti, il «simbolo della storia italiana dell’Eurovision» – come l’ha definita Laura Pausini – è tornata a cantare Non ho l’età a 58 anni dalla vittoria.

Abito scuro al ginocchio e capelli sciolti sulle spalle, ha reso omaggio a sé stessa e alla canzone con la delicatezza e la compostezza di allora. Un’esibizione sobria, che non ha nascosto un velo di emozione sul finale, quando il Pala Olimpico di Torino le ha tributato un lungo applauso, al quale la cantante ha risposto con un bacio rivolto alla platea.

Quarto Eurovision per Gigliola Cinquetti

Gigliola Cinquetti è tornata all’Eurovision dopo aver partecipato nel 1964 proprio con Non ho l’età, che le valse la vittoria; e nel 1974 con , che le fece guadagnare secondo posto subito dopo gli ABBA. Nel 1991 tornò nelle vesti di conduttrice, accanto a Toto Cutugno, e adesso in qualità di ospite. L’edizione del 1964 le regalò una popolarità internazionale, oltre al titolo di vincitrice dell’Eurovision più giovane di sempre.

Per il panorama musicale italiano, la cantante rappresenta un caso più unico che raro, entrando giovanissima nell’Olimpo delle star nostrane. Una carriera iniziata molto presto e forse in parte inaspettata. Gigliola è infatti la personificazione del talento che si fa strada da sé. Nata in una famiglia nobile, sin da bambina studia canto e pianoforte e ha solo 12 anni quando partecipa alla sua prima competizione.

Da quel momento, ha avuto inizio l’ascesa musicale, che l’ha portata a ottenere, in pochissimi anni, risultati sorprendenti. Classe 1947, nonostante i quasi sessant’anni di carriera, prima di salire sul palco dell’Eurovision 2022 ha dichiarato di non sentirsi pronta. «Non lo sarò mai», ha rivelato al programma di Rai 3 Timeline. «Del resto, se una non ha l’età, come fa a essere pronta?», ha ironizzato.

Gigliola Cinquetti. (Getty Images)

«Tornare all’Eurovision? Una gioia straordinaria»

Nel corso dell’intervista con il conduttore, Marco Carrara, ha anche ricordato le emozioni provate nel 1964, vivide come se le avesse vissute il giorno prima. «Quella ragazza si vedeva in proiezione e pensava che tutto questo ambaradan sarebbe finito in pochi mesi, invece è bella la trasformazione che tutto questo ha avuto. Attorno a noi tutto è cambiato in questi anni (…)  ed è cambiata anche la mia percezione del successo, della popolarità», ha detto.

In merito all’impatto che il successo ha avuto sulla sua vita, ha aggiunto: «È stato abbastanza complesso elaborarlo ed è stato anche un’occasione di crescita, di cui sono riconoscente al pubblico. Questa ondata si è trasformata in qualcosa di molto caldo, molto dolce, e io sono accompagnata dall’affetto di tante persone. Una cosa che non ha motivo, forse, e proprio per questo preziosa».

Infine, sul ritorno all’Eurovision come ospite, Cinquetti si è detta «contenta, felice, emozionata. Bisogna prenderlo come un regalo. Una gioia sorprendente, straordinaria, perché non so chi altro possa dire di avere cantato una canzone due volte sullo stesso palco a distanza di 58 anni. È una cosa veramente bella, straordinaria e che mi riempie di soddisfazione».

Gigliola Cinquetti Eurovision 2022 non ho l'età. (Getty)

Gigliola Cinquetti ospite della finale dell’Eurovision 2022. (Getty Images)

La carriera di Gigliola Cinquetti, tra musica e tv

La vittoria dell’Eurovision nel 1964 ha fatto da apripista per una carriera internazionale. Basti pensare che ha venduto oltre 15 milioni di dischi in tutto il mondo, per un totale di 120 Paesi. In Italia ha collezionato 12 partecipazioni al Festival di Sanremo, tra cui quella del 1966 in coppia con Domenico Modugno con il brano Dio, come ti amo, che le valse la seconda vittoria a due anni da Non ho l’età. Tuttavia, in quella occasione fu solo Modugno a partecipare all’Eurofestival, così era chiamato ai tempi l’Eurovision Song Contest.

La carriera musicale di Gigliola Cinquetti è proseguita fino a metà degli Anni 90, a cui si sono aggiunte due raccolte nel 1999 e nel 2004 e un album nel 2015, dal titolo 20.12. Le partecipazioni al Festival di Sanremo arrivano a quota 12, a cui si aggiunge quella del 2021 in qualità di super ospite.

La musica, però, non è l’unico ambito in cui si è misurata. Da subito, è diventata un volto televisivo, ora come conduttrice ora come ospite, con una parentesi da attrice. Ha recitato nei film Addio giovinezza!, I cavalieri che fecero l’impresa e nella serie Commesse. La TV l’ha vista anche prendere parte a decine di programmi, tra cui Linea Verde, Uno mattina, Pronto Elisir eTale e quale show. Di recente, poi, è spesso ospite di Oggi è un altro giorno, programma del pomeriggio di Rai 1 condotto da Serena Bortone.

Nonostante il successo roboante, Gigliola Cinquetti ha saputo costruire un buon equilibrio tra vita pubblica e privata. Sposata dal 1979 con il giornalista Luciano Teodori, tra la fine degli anni 70 e l’inizi degli 80, si è allontanata dalla scene per dedicarsi alla famiglia, dopo la nascita dei due figli, Giovanni e Costantino. Con quest’ultimo ha partecipato alla seconda edizione di Pechino Express, trasmessa nel 2013 su Rai 2.

iO Donna ©RIPRODUZIONE RISERVATA



Reference-www.iodonna.it

About the author

admin

Pioneer Jury is a qualified writer and a blogger, who loves to dabble with and write about technology. While focusing on and writing on tech topics, his varied skills and experience enable him to write on any topic related to tech which may interest him. [email protected]

Add Comment

Click here to post a comment