News

Rio Open, il ritorno in campo di Berrettini: Matteo cerca il primo titolo dell’anno

P. Kvitova b. C. Giorgi 6-2 6-0

Che Petra Kvitova, ex numero 2 del mondo e campionessa Slam, potesse dire la sua sul cemento outdoor (dove ha oggi ottenuto la vittoria n.300 in carriera) ce lo si poteva aspettare, ma il suo traballante inizio di stagione, dove aveva perso 4 partite su 6, faceva ben sperare per Camila Giorgi. Certo era impronosticabile che la tennista di Macerata raccogliesse la miseria di 2 game, subendo anche l’onta del 6-0, in questo primo turno del WTA 500 di Dubai, alla sua terza partecipazione in questo torneo (un secondo turno nel 2015 come miglior risultato). Per quanto certamente vada elogiata la prestazione perfetta della ceca, senza sbavature sia al servizio che in risposta, va anche sottolineata una totale opacità di Giorgi, mai capace di far muovere l’avversaria e di comandare il gioco, oltre che molto fallosa al servizio, non riuscendo ad incidere sulle rare occasioni presentatesi. Ci si aspettava certamente di più, ricordando anche l’ultimo incontro sul cemento tra le due, a Montreal, dove vinse Camila in due set.

IL MATCH – Fin dall’inizio Kvitova mette le cose in chiaro, mostrandosi solida dal fondo e molto aggressiva in risposta, spingendo Giorgi sbagliare o a forzare la seconda, e inducendola in doppio fallo (saranno ben 8 a fine partita). Dopo due palle dell’1-0 sprecate dall’italiana, una risposta fulminante regala il break in apertura alla ceca. Da lì subito la partita si fa in discesa, con Kvitova che gestisce tranquillamente il proprio turno di battuta, tenendo i primi due a 15 e a 30, con Giorgi sempre a debita distanza. Nel quinto game l’italiana cede di schianto: arrivano tre doppi falli e una prima timidissima che accomoda una facile risposta vincente a Petra per il doppio break a zero. Nel game successivo un’ottima seconda di Petra annulla l’unica palla break per Camila nel primo parziale, ipotecando in pratica il set per Kvitova, che chiuderà poco dopo con un agevole 6-2. Se nel primo set c’è stato qualche timido segnale della Giorgi, nel provare quantomeno a far muovere la Kvitova e a spostarla dal centro del campo, punto dal quale è pressoché ingiocabile, nel secondo non avviene neanche questo, ed è un monologo della campionessa del 2013. Ancora break in apertura con un vincente, dopo che la Giorgi aveva avuto due palle game, e ancora una volta il game del doppio break (in questo caso il terzo) è una fotocopia del primo: tre doppi falli, conditi anche dall’errore che consegna il gioco (e il match alla Kvitova). Dal 3-0 in poi la partita, già prima inesistente, evapora del tutto: Giorgi ottiene un’immediata palla break per recuperare almeno uno dei due servizi persi, ma è magistralmente annullata dalla mancina ceca, e poi Camila concede un altro break a 0 nel quinto game. Solo nell’ultimo gioco Kvitova finalmente sbaglia qualcosa, smarrendo la perfezione avuta fino a quel punto e regalando due palle break sul 15-40, che annulla però con la classe della campionessa. Petra chiude con il 70% di punti vinti con la prima e il 61% in risposta una partita dominata in lungo e in largo, con tanti meriti suoi ma anche demeriti di Camila Giorgi, mai capace di esprimere il suo gioco o reagire all’aggressività dell’avversaria. Al secondo turno Kvitova avrà di fronte Sabalenka (tds n.1 e n.2 al mondo) o Kostyuk; e sinceramente in queste condizioni di forma la si può inserire tra le favorite del torneo.

 

GLI ALTRI MATCH – Hanno aperto la loro campagna negli Emirati quest’oggi anche Iga Swiatek (sesta favorita del seed), che ha battuto senza problemi 6-1 6-2 Daria Kasatkina, e Barbora Krejcikova (seconda favorita) regolando, più agevolmente di quanto non dica il punteggio, Caroline Garcia (6-4 7-6), che aveva ricevuto una wild card per partecipare. Ottima prestazione anche della solita, e solida, Simona Halep, che si sbarazza agevolmente, con il punteggio di 6-2 6-4, dell’altra wild card, l’americana Alison Riske. Infine per chiudere derby a stelle strisce tra l’ex enfant prodige Coco Gauff e Jessica Pegula, che si afferma con un doppio 6-4.

WTA 500 Dubai, i risultati di lunedì 14 febbraio
[2] B. Krejcikova b. C. Garcia 6-4 7-6
[6] I. Swiatek b. D. Kasatkina 6-1 6-2
J. Pegula b. C. Gauff 6-4 6-4
S. Halep b. A. Riske 6-2 6-4

QUI IL TABELLONE AGGIORNATO DEL WTA 500 DUBAI

Pellegrino Dell’Anno



Reference-www.ubitennis.com

About the author

admin

Pioneer Jury is a qualified writer and a blogger, who loves to dabble with and write about technology. While focusing on and writing on tech topics, his varied skills and experience enable him to write on any topic related to tech which may interest him. [email protected]

Add Comment

Click here to post a comment