News

Giustizia privata/ Diretta streaming video film con Gerard Butler (Italia 1)

Giustizia privata è “un thriller ben costruito che riesce a incuriosire il pubblico e lo disorienta con una varietà di soluzioni possibili”. Così ne parla Giancarlo Zappoli su MyMovies e gli assegna la sufficienza, due stellette e mezzo su cinque. Aggiunge poi: “Tutto quello che nella prima parte poteva indicare una tensione verso il confronto cittadino/in-giustizia viene abbandonato in favore di un luna park di soluzioni che nemmeno il più azzardato dei film di James Bond di fatto avrebbe osato mettere in campo. Ecco allora che lo spettatore smaliziato decide di trattenersi davanti allo schermo per cercare di indovinare quale altro improbabile ma spettacolare strumento di morte verrà messo in funzione e in che modo. Quello più ingenuo di fatto può bastare”.

Giustizia privata sarà trasmesso in prima serata da Italia 1, clicca qui per seguirlo su Mediaset Play in diretta streaming.

Giustizia Privata, nel cast anche Roger Bart

Alla sua uscita nell’ottobre del 2009, Giustizia privata riscosse ampio apprezzamento dal pubblico, tanto da arrivare quasi a triplicare in incassi quanto speso per la produzione. Curioso è che Gerard Butler, che interpreta il vendicativo Clyde Shelton, era stato inizialmente scelto per il ruolo del procuratore Nick Rice; fu l’agente di Jamie Foxx a chiedere di provinare il suo cliente per il ruolo di Rice, ottenendo così la riassegnazione dei ruoli che ha permesso a Giustizia Privata di diventare un cult del genere revenge movie.

Nel cast del film troviamo anche Roger Bart che interpreta il ruolo di Brian Bringham doppiato nella versione italiana da Saverio Indrio. Bart è nato a Norwalk il 29 settembre del 1962 riuscendo a toccare nel 1999 il punto più alto della sua carriera. In quell’anno ha infatti vinto prima un Golden Globe e poi un Tony Award per il film di Michael Mann Insider Dietro la verità. Ha lavorato con altri grandi registi come Ridley Scott, Eli Roth e Dan Harris.

Giustizia Privata, film diretto da Felix Gary Grey

Giustizia Privata andrà in onda nella prima serata di oggi, venerdì 25 marzo, su Italia 1. Il thriller, magistralmente diretto dal regista Felix Gary Grey, vede protagonisti e antagonisti Gerard Butler (Tomb Raider – La culla della vita, 300, P.S. I love you) e Jamie Foxx (Ray, Django Unchained, Miami Vice).

Scritto e diretto in maniera avvincente, Giustizia Privata rimane di sicuro un film commerciale ma ha ritmo e può piacere a un pubblico molto vasto. Se non l’avete visto ve lo consigliamo vivamente.

Giustizia Privata, la trama del film: la sua vendetta

Andiamo ora ad approfondire la trama di Giustizia Privata. Clyde Shelton (Butler) è un mite ingegnere che decide di lasciare il lavoro per passare più tempo con sua moglie e la sua figlioletta. Una sera, però, l’idillio familiare viene sconvolto dall’irruzione di due malintenzionati: uno dei due sevizia e uccide la moglie e la figlia di Shelton, mentre l’altro assiste inerme all’inaudita violenza del complice. Shelton, sconvolto dall’accaduto e pieno di sensi di colpa per essere sopravvissuto alla tragedia, collabora attivamente con la polizia e con il procuratore Nick Rice (Foxx) per identificare i due malviventi. Arrivati al processo, Darby (Christian Stolte), l’esecutore materiale della violenza, patteggia e ottiene una misera condanna a soli dieci anni di reclusione, mentre il suo complice Ames (Josh Stewart) – che di fatto non aveva preso parte alla violenza – viene condannato alla pena capitale. Shelton è sconvolto dal modo in cui Rice, pur di non perdere la causa, abbia permesso che uno stupratore omicida potesse tornare in libertà in così poco tempo.

Dieci anni dopo, Rice si reca all’esecuzione di Ames, condannato all’iniezione letale, ma qualcosa va storto: al condannato viene iniettato un composto corrosivo che uccide l’uomo tra atroci sofferenze. La polizia si mette subito sulle tracce del complice Darby, ma questi viene intercettato prima da Shelton, che lo sequestra e rinchiude. Inizia così la personale vendetta privata di Clyde Shelton ai danni dell’uomo che ha reso la sua vita un inferno: Shelton tortura Darby, ma si premura di tenerlo in vita affinché patisca tutto il dolore che ha causato alle sue vittime. Le sevizie vengono filmate e Shelton fa recapitare il video al procuratore Rice; dopo essere stato accusato di tortura e arrestato, Shelton inizia a scavare un tunnel per evadere, ma viene scoperto dal procuratore e finalmente i due riescono ad avere un confronto verbale a carte scoperte: Shelton esterna tutto il disprezzo per un sistema giuridico e legale interessato solo a trovare un capro espiatorio da sbattere in prima pagina piuttosto che alla verità; Rice, dal canto suo, non può che mostrarsi costernato per la connivenza e la leggerezza con cui ha effettivamente trattato il caso della famiglia Shelton in preda alla foga di aumentare la sua percentuale di vittorie in sede processuale. Alla fine, sarà proprio Rice a cambiare radicalmente il suo atteggiamento a seguito di questo confronto, tanto da riuscire a recarsi per la prima volta a un concerto di violoncello della figlia, piacere che fino ad allora gli impegni lavorativi gli avevano precluso.

Il video del trailer “Giustizia privata”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Reference-www.ilsussidiario.net

About the author

admin

Pioneer Jury is a qualified writer and a blogger, who loves to dabble with and write about technology. While focusing on and writing on tech topics, his varied skills and experience enable him to write on any topic related to tech which may interest him. [email protected]

Add Comment

Click here to post a comment