News

Dieci prove della resurrezione di Gesù Cristo: nuovo dossier UCCR

Il nostro nuovo dossier è dedicato alle prove storiche della resurrezione di Gesù. 10 argomenti oltre ai quali abbiamo risposto ad altrettante obiezioni avanzate nei secoli. Il risultato è che l’ipotesi della resurrezione è la spiegazione più ragionevole agli eventi ritenuti storici dagli studiosi.

 
 
 

«Un uomo colto, un europeo dei nostri giorni, può credere, credere proprio, alla divinità del Figlio di Dio, Gesù Cristo?».

E’ questa la provocazione più grande, forse, che ci ha lasciato Dostoevskij e che dovrebbe interrogarci ogni giorno, ogni mattina.

Ma per credere nella divinità di Gesù, non basta l’incontro cristiano con dei testimoni, quella dinamica ripetutasi miliardi e miliardi di volte nella storia umana che ha portato al diffondersi del cristianesimo in ogni parte del mondo.

 

Le prove della resurrezione: sono importanti a chi crede?

La fede nel cristianesimo non è una convinzione intimistica ma si basa sempre sulla realtà. Ed è anche indispensabile che l’evento storico di Gesù sia stato reale e che le fonti cristiane siano autentiche, questo spiega l’insistenza da parte nostra di articoli e post sulla storicità del cristianesimo.

«Una persona che rinunci ai fondamenti storici della fede», ha scritto infatti Ben Witherington III, docente di Nuovo Testamento all’Asbury Theological Seminary, «sta rinunciando alla possibilità di una reale continuità tra la propria fede e quella di Pietro, Paolo, Giacomo, Giovanni, Maria Maddalena o Priscilla. La prima comunità cristiana aveva un forte interesse per la realtà storica, in particolare la realtà storica di Gesù e della sua risurrezione. Era radicata in essa».

Ecco allora il motivo del corposo e dettagliato dossier, unico sul web in qualunque lingua, che pubblichiamo oggi su quelle che consideriamo le “prove” (meglio dire “argomenti”) della resurrezione di Cristo.

 

Clicca qui per consultare il nuovo dossier:

 
 

 

Ma la resurrezione di Gesù si può dimostrare?

Abbiamo selezionato 10 prove e fin da subito abbiamo premesso che va considerata la forza cumulativa di questi dieci argomenti, presi singolarmente avrebbero poco da dire. Consigliamo, per questo, l’uso del menù iniziale per muoversi agilmente tra le varie sezioni.

Non si tratta di “argomenti” diretti a favore della resurrezione, essendo un evento soprannaturale e trascendente per sua natura non può essere oggetto di indagine storica e scientifica.

Eppure, la resurrezione di Gesù ha lasciato inevitabilmente delle tracce visibili e accessibili agli storici e la moltitudine di studiosi di primi piano che abbiamo citato (circa 300 fonti), docenti e ricercatori nelle principali università del mondo di ogni credo, concordano sul fatto che «l’analisi delle testimonianze e degli avvenimenti può portare a concludere che senza il fatto reale della resurrezione molte cose rimarrebbero senza spiegazione».

 

Clicca qui per consultare il nuovo dossier:

 
 

 

La resurrezione di Gesù come migliore spiegazione

Oltre alle tesi a favore, infatti, abbiamo preso sul serio e considerato tutte le obiezioni alla resurrezione che sono state avanzate nel corso dei secoli. Dall’accusa di totale invenzione a quella delle allucinazioni degli apostoli, dall’accusa di aver copiato dagli dei di morte e rinascita pagani a quella che le fonti cristiane sarebbero inattendibili perché di parte.

Così, alla luce di tutto ciò, emerge che la resurrezione di Cristo resta la spiegazione più ragionevole per dar conto di tutti i fattori e le tracce storiche analizzabili che, altrimenti, rimarrebbero non spiegabili.

Infatti, l’ipotesi della resurrezione diventa storicamente plausibile tanto più riesce a giustificare adeguatamente quelle tracce storiche (accertate come storiche), molto più delle spiegazioni alternative.

Il dossier rimarrà accessibile nell’area del sito web dedicata a tutti i dossier relativi alla storicità del cristianesimo.

Come ha spiegato Gerhard Lohfink, docente di Nuovo Testamento all’Università di Tubinga, «la fede ha sempre qualcosa a che fare con la ragione e con la cognizione ragionevole. Le prove della risurrezione di Gesù sono importanti affinché le mie convinzioni non diventino irrazionali».

 

Clicca qui per consultare il nuovo dossier:

 



Reference-www.uccronline.it

About the author

admin

Pioneer Jury is a qualified writer and a blogger, who loves to dabble with and write about technology. While focusing on and writing on tech topics, his varied skills and experience enable him to write on any topic related to tech which may interest him. [email protected]

Add Comment

Click here to post a comment