News

Cina, aereo Boeing 737 cade con 132 persone a bordo: “Si è disintegrato, tutto in pochi minuti”. Nessun sopravvissuto

PECHINO – Un Boeing 737 della China Eastern Airlines con 123 passeggeri e 9 membri dell’equipaggio è precipitato nel Sud della Cina, tra le montagne di Wuzhou, nella regione autonoma del Guangxi

La China Eastern Airlines ha confermato sui social network l’incidente, nel primo pomeriggio italiano, con il numero di persone a bordo. La compagnia “ha espresso il cordoglio per i passeggeri e i membri dell’equipaggio vittime dell’incidente aereo”. Sul volo MU5735, secondo quanto riportano i media locali citando fonti della stessa compagnia, non c’erano viaggiatori stranieri.

L’impatto è stato localizzato nel villaggio di Molang, nella contea di Tengxian, città di Wuzhou. Quasi mille i vigili del fuoco mobilitati. Poco dopo l’incidente il sito della China Eastern Airlines appariva in bianco e nero, in segno di lutto. La compagnia aerea ha fatto sapere di aver messo a terra tutta la sua flotta di 737-800: China Eastern ne ha 109. 

Secondo i dati di FlightRadar24, alle 14.20 il volo viaggiava ad un’altitudine di 29.100 piedi. Poco più di due minuti e 15 secondi dopo, i dati hanno mostrato che era sceso a 9.075 piedi. Altri 20 secondi dopo era sceso a 3.225 piedi. 

Il record di sicurezza dell’industria aerea cinese è stato tra i migliori al mondo negli ultimi dieci anni. Il più grave incidente nei cieli cinesi si verificò nel 1994 quando un Tupolev Tu-154 da Xian a Canton si schiantò con 160 persone a bordo. 

I soccorritori sul posto, dopo una notte di ricerche nella contea di Tengxian, hanno escluso la presenza di sopravvissuti. Il volo MU5735, un Boeing 737-800 in servizio da quasi sei anni e mezzo, era partito da Kunming, nello Yunnan, alle 13.15 (ora locale), ed era diretto a Canton, dove sarebbe dovuto arrivare alle 15.07.

L’aereo caduto in Cina a metà del viaggio

In base ai dati di FlightRadar24 l’incidente è avvenuto alle 14.22 ora locale (le 7.22 in Italia). “L’aereo ha perso contatto quando si trovava sopra la città di Wuzhou”, ha affermato in un breve comunicato la Caac, l’amministrazione nazionale dell’aviazione civile, confermando la notizia dello schianto. Secondo gli ultimi rilevamenti riportati dal tabloid Global Times, il velivolo viaggiava a una velocità di crociera di 845 chilometri all’ora e a un’altitudine di 8mila 869 metri ed è “improvvisamente precipitato”  facendo perdere il segnale radar alle 14.21 (le 7.21 in Italia). I video mostrano una sua caduta in verticale, negli ultimi istanti viaggiava a 9.400 metri al minuto. Le prime telefonate alle polizia sono arrivate alle 14.30.

“Abbiamo inviato 25 autopompe e 117 vigili del fuoco sulla scena, ma poiché il luogo dell’incidente è troppo lontano e in una zona di montagna di difficile accesso, le autopompe non potevano raggiungere il velivolo, i vigili del fuoco sono entrati a piedi”, racconta un vigile del fuoco alla televisione Cctv. I media locali hanno citato un funzionario dei soccorsi che ha raccontato come l’aereo si è completamente disintegrato. Un incendio innescato dallo schianto ha bruciato bambù e alberi circostanti.

Erano dodici anni che non si verificava un incidente aereo del genere in Cina. L’ultimo nel 2010 quando 44 delle 96 persone a bordo di un aereo della Henan Airlines morirono per lo schianto dell’apparecchio all’aeroporto di Yichun, nella provincia dello Heilongjiang.

Il presidente cinese, Xi Jinping, si è detto “sconvolto” e ha ordinato “tutti gli sforzi” per organizzare le ricerche e i soccorsi. Il Consiglio di Stato, il governo cinese, secondo una nota dell’emittente televisiva statale China central television, ha nominato un gruppo di alti fuzionari per il coordinamento dei lavori e per scoprire la causa dell’incidente “il prima possibile”. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha fatto arrivare a Xi il suo cordoglio: “Ho appreso con grande tristezza la notizia dello schianto sulle montagne del Guangxi del volo China Eastern 5735 diretto a Canton. Mentre sono in corso i soccorsi, desidero porgere a Lei, signor Presidente, e all’amico popolo cinese le più sentite condoglianze della Repubblica Italiana e le espressioni del sincero e partecipe cordoglio degli italiani tutti e mio personale”.[[ge:rep-locali:repubblica:342238212]]

Le testimonianze 

“La causa dell’incidente aereo deve ancora essere appurata e la società coopererà attivamente con le indagini”, ha fatto sapere in serata la compagnia aerea. “Il motivo dell’incidente potrebbe essere o un fulmine o un guasto meccanico”, ha raccontato un pilota alla rivista Caijing. “Ho sentito una forte esplosione e mi sono immediatamente precipitato con la mia moto sul luogo dell’incidente assieme ad altri tre abitanti del villaggio”, ha spiegato alla China News Agency un abitante di Molang. “Quando siamo arrivati lì non c’era traccia di esseri umani. Soltanto detriti e pezzi di vestiti appesi ai rami degli alberi”.

Ad un altro giornale locale, Jiemian News, ha parlato una donna che solo per puro caso non si trovava a bordo di quell’aereo. “All’ultimo momento ho dovuto cambiare il biglietto e quando c’è stato l’incidente ero già arrivata a Canton. Ma su quel volo ci sono parenti e amici, tra cui mia sorella. Dovevamo andare ad un funerale, qui, dopodomani”. Tra le altre vittime, secondo i primi resoconti dei media cinesi, ci sono alcuni dirigenti di una società mineraria di Canton; una ragazza di 22 anni che si era sposata appena cinque mesi fa; e una donna di 36 anni.

Il Boeing della tragedia

L’aereo non era della serie 737 Max, che è stata bloccata dopo gli incidenti in Indonesia ed Etiopia nel 2018 e nel 2019, modello non ancora tornato in servizio in Cina. L’ente regolatore dell’aviazione cinese ha dato l’approvazione al ritorno in volo del 737Max lo scorso dicembre, ma le compagnie aeree stanno ancora facendo dei test: quindi al momento non c’è nessun 737 Max in servizio nella Cina continentale.

Nel frattempo la Cina si sta facendo in casa la propria alternativa al 737. E’ il C-919, costruito da una ditta statale di Shanghai. Proprio China Eastern sarà la prima compagnia cinese a far volare il C-919 nei prossimi mesi. 

Usa, Boeing patteggia 2,5 miliardi di dollari per due disastri che hanno coinvolto due 737 Max della compagnia


Per quel che riguarda i due incidenti con i velivoli Max, il rapporto conclusivo del Congresso statunitense aveva inchiodato la Boeing: i due incidenti in meno di cinque mesi “sono stati il culmine orribile di una serie di ipotesi tecniche errate da parte degli ingegneri della Boeing, una mancanza di trasparenza da parte della direzione del colosso americano e una supervisione gravemente insufficiente da parte della Faa”, si legge nel dossier della commissione. Lo stesso per il quale Boeing ha anche ridotto i test e accorciato l’addestramento dei piloti, nel tentativo di recuperare il ritardo nei confronti dell’Airbus A320neo. La produzione del 737 Max ha avuto uno stop di 20 mesi dal gennaio 2020.

Il titolo Boeing cede terreno in Borsa

Dopo la notizia dello schianto le azioni della China Eastern Airlines – una delle tre principali compagnie aeree della Cina, con sede a Shanghai, decine di rotte nazionali e internazionali che servono 248 destinazioni – sono crollate del 6,5% a Wall Street. Quelle della Boeing perdono oltre quattro punti percentuali. Il costruttore americano era alle battute finali per far tornare il suo 737 Max in Cina, per la prima volta in tre anni.



Reference-www.repubblica.it

About the author

admin

Pioneer Jury is a qualified writer and a blogger, who loves to dabble with and write about technology. While focusing on and writing on tech topics, his varied skills and experience enable him to write on any topic related to tech which may interest him. [email protected]

Add Comment

Click here to post a comment