News

Basket, Qualificazioni ai Mondiali: Islanda-Italia LIVE in diretta

107-105 A FINE PARTITA – Dopo 50′ si chiude la sfida di Hafnarfjordur ed è l’Islanda ad imporsi con merito sull’Italia di Meo Sacchetti. Successo meritato dei nordici guidati da un irreale Hlinason da 34 punti, 21 rimbalzi e 5 stoppate. Agli Azzurri non bastano i 23 di Mannion, i 22 di Michele Vitali e i 18 di Tonut. Domenica la “rivincita” a Bologna, alle 20.30 al PalaDozza.

107-104 al 50′ – Hermannsson fa 1 su 2 e Islanda a +3. Fallo immediato su Mannion che va in lunetta per due liberi a 4″ dalla sirena.

Basket

Islanda-Italia in diretta TV e LIVE-Streaming

IERI A 11:00

106-104 al 50′ – L’Italia non cede! Vitali trova un gran canestro in backdoor per il -2 a 7″ dalla fine: timeout per Pedersen e possesso che torna all’Islanda.

106-100 al 48′Bomba pesantissima di Fridriksson! Gran canestro da posizione centrale e Islanda di nuovo a +6, con Sacchetti costretto al timeout. Sembrano un po’ al gancio gli Azzurri, aggrappati alla fisicità di Biligha e alle invenzioni di Mannion e Vitali.

100-97 al 47′ – Islanda a +3 col 34esimo punto di Hlinason, bravo a sfruttare la superiorità numerica con Biligha rimasto a terra sotto l’altro canestro. Gli Azzurri resistono grazie anche al coraggio di Nico Mannion.

94-94 A FINE PRIMO SUPPLEMENTARE – Secondo overtime in arrivo ad Hafnarfjordur! Gudmundsson sbaglia la tripla della possibile vittoria islandese e quindi ci saranno altri 5′ di basket.

94-94 al 45′ – Tonuuuuuuutttt! Tripla di Stefano e parità sul 94-94 a 11″ dal termine. Sono 17 i punti della guardia della Reyer che aveva sbagliato le prime 4 bombe tentate.

94-91 al 45′ – Terrificante Hlinason! Da una parte stoppa la tripla di Mannion, dall’altra segue il contropiede di Gudmundsson e corregge l’errore del compagno con la schiacciata a rimbalzo per i suoi 30 punti personali! Timeout per Sacchetti con 22 secondi da giocare.

92-91 al 43′ – Italia di nuovo a rincorrere e a -3 dopo il canestro facile concesso a GUdmundsson in penetrazione. A tenere vivi gli Azzurri ci pensa il solito Tonut col jumper del nuovo -1.

87-89 al 41′ – Paul Biligha sale in cattedra! Stoppate e difesa, e un gran canestro in jumper per il +2 dopo il canestro precedente di Mannion per il primo vantaggio azzurro. Sono 19 i punti dell’ex Golden State Warriors.

85-85 A FINE QUARTO QUARTO – Ooooovertime! L’Italia ruba palla con Tonut sulla rimessa dell’Islanda e si regala il tiro della possibile vittoria, ma la guardia della Reyer forza l’ultimo tiro e così serviranno almeno altri 5′ per decidere questa sfida.

85-85 al 40′ – Tre canestri in fila di Tonut e l’Italia centra la parità a 35″ dal termine. In mezzo l’1 su 2 ai liberi di Hlinason e l’infrazione di passi di Hermannsson. Entrambe le squadre hanno esaurito il bonus falli.

84-79 al 39′ – Gli Azzurri falliscono due occasioni, prima con Mannion e poi con Pajola la tripla del possibile pareggio; viceversa l’Islanda capitalizza in lunetta con due liberi dello specialista Hermannsson. Ultimi 90″, l’Italia non può più sbagliare.

82-79 al 38′ – L’Italia c’è ed è a -3! Prima la quinta tripla di Vitali (19 punti), poi tre punti consecutivi di Mannion che sbaglia il secondo libero ma sul rimbalzo offensivo finisce al ferro col layup.

78-73 al 36′ – Stavolta è l’Islanda a chiamare il timeout perchè l’Italia è di nuovo a -5! Due bombe in fila di pura personalità di Pajola e Mannion a tenere in linea di galleggiamento la squadra azzurra.

78-67 al 35′ – La bomba di Vitali vale il -4 ma è sempre l’Islanda a comandare. I padroni di casa tornano a +11 col solito Hlinason a rimbalzo offensivo, con un gran canestro in jumper di Hermannsson e con una tripla, forse un po’ fortunosa ma efficace, di Fridriksson.

71-64 al 32′ – Break e contro-break! L’Italia torna fino a -3 con la tripla di Vitali e il jumper di Biligha, ma poi si perdono dall’altra parte Hermannsson che segna due canestri in fila sfruttando la situazione di pick and roll con Hlinason. TImeout obbligato per Sacchetti.

65-59 al 30′ – Tre liberi di Nico Mannion pesano tantissimo perchè vanificano la seconda bomba di Ermolinskij e permettono all’Italia di risalire fino a -6 a 10′ dal termine. L’Islanda continua a fare la partita, sfruttando i tanti errori difensivi degli Azzurri, ma la squadra di Sacchetti sembra aver ritrovato fiducia anche se deve dare continuità alla propria rimonta. Nel tabellino spicca la priva di Hlinason: 23 punti, 12 rimbalzi e 4 stoppate. Per l’Italia 11 di Nico Mannion e 10 di Vitali.

60-54 al 29′ – Si riavvicina l’Italia, fino a -5 (57-52) con la tripla di Michele Vitali. L’Islanda risponde però con la stessa moneta con Ermolinskij, poi gli Azzurri trovano altri 4 punti in fila di Akele e restano a -6. La difesa rimane il grosso tallone d’Achille della squadra di Meo Sacchetti.

57-47 al 26′ – L’Italia trova qualche lampo da fuori, dopo la tripla di Mannion arriva quella di Della Valle per il -8, ma il problema resta la difesa e il pick and roll che coinvolge Hlinason, per l’ennesima volta solo vicino al ferro contro un piccolo avversario e quindi con un canestro facile. Già 21 punti per il gigante di Saragozza.

51-39 al 24′ – Si è spenta di nuovo l’Italia e l’Islanda vola a +14, massimo vantaggio, col canestro di Hlinason, l’ennesimo vicino al ferro. Gli Azzurri restano in scia col jumper dalla media di Vitali. La differenza è la fiducia: i nordici ne hanno decisamente di più finora.

46-37 al 22′ – Buon inizio di ripresa dell’Italia, intensità e 4-0 firmato Pajola e Tonut. Poi però dall’altra parte salta in aria la difesa, nessuno copre l’uscita di Tessitori e arriva la schiacciata a due mani di Hlinason.

LE STATISTICHE DEL PRIMO TEMPO – Il problema principale dell’Italia sono le percentuali in attacco, frutto soprattutto di brutte scelte: 9 su 31 da due (3 su 15 per il trio Della Valle-Tonut-Tessitori) e 2 su 10 da tre, contro il 55% dell’Islanda dentro l’arco e il 2 su 8 da tre. Gli Azzurri stanno tirando meglio i liberi, 9 su 10 contro 8 su 14, e stanno dominando a rimbalzo d’attacco (14 sui 26 totali), però non basta al momento per tornare vincendi dalla terra dei ghiacci.

44-33 A FINE SECONDO QUARTO – Primo tempo in archivio ad Hafnarfjordur e vantaggio meritato per l’Islanda, +11 contro un’Italia partita bene ma che poi ha perso totalmente la bussola, in attacco e in difesa. Cose semplici invece per i nordici che quando possono corrono in contropiede, altrimenti si affidano al gigante Hlinason, 13 punti, 8 rimbalzi e 4 stoppate. A 12 c’è Hermannsson mentre a 8 punti Fridriksson. Nell’Italia 6 punti di Della Valle, ma con 1 su 7 al tiro, e 5 a testa per Mannion e Michele Vitali.

41-33 al 19′ – Due scintille di Mannion, 5 punti in fila del talento della Virtus e Italia che torna a -8. La manovra resta difficile, soprattutto perchè continua ad andare al centro dove c’è Hlinason, già a quota 4 stoppate.

38-26 al 17′ – Finiscono a -12 gli Azzurri e la squadra di Sacchetti continua a far fatica: non riesce a segnare in attacco (tolti i due liberi di Spagnolo) e nemmeno a contenere dietro l’Islanda, soprattutto quando può correre in contropiede. Ma anche a difesa schierata visto che i nordici costruiscono una bella tripla dall’angolo di Hermanssonn.

33-24 al 15′ – L’Italia sprofonda a -9 e Meo Sacchetti chiama timeout dopo il canestro di Gudmundsson e la schiacciata di un dominante Hlinason, per distacco MVP di questo inizio di partita. Gli Azzurri non hanno risposte finora contro l’attacco dei padroni di casa.

29-24 al 14′ – Gli Azzurri si muovono senza palla e trovano canestri, l’ultimo in rovesciata di Della Valle, ben trovato sulla linea di fondo da Alviti. Il problema però è la difesa, con Hlinason che è già a 10 punti con 4 su 4 al tiro e sta letteralmente dominando nei pressi del ferro. Islanda anche a +7.

23-20 al 12′ – Italia in difficoltà, sia in difesa, sia in attacco: dopo i liberi di Hlinason per il +5, arriva il primo canestro di Alviti pescato nei pressi del canestro da Pajola. Per gli Azzurri già 5 palle perse.

21-18 A FINE PRIMO QUARTO – Gran finale di periodo per l’Islanda che mette la freccia e va al primo riposo in vantaggio: decidono i due canestri in fila di Fridriksson e i due liberi del gigante Hlinason. L’Italia invece si è un po’ inceppata con il giro di cambi perdendo fluidità in attacco e concedendo troppo in difesa. Gli Azzurri stanno tirando male, 6 su 21 (1 su 6 da tre) contro il 9 su 20 dei padroni di casa, e stanno soffrendo a rimbalzo, 15-11 contro una squadra di guardie, tolto il già citato Hlinason.

13-16 all’8′ – Primo canestro di Matteo Imbrò che entra al posto di Mannion e realizza con un pregevole runner sulla linea di fondo. In precedenza un brutto bersaglio subito col dai e vai che porta Hermannsson facile al ferro.

9-13 al 6′ – Va al ferro con la moto Jonsson e riporta a -4 l’Islanda. Intanto Meo Sacchetti ha già cambiato il suo quintetto: dentro Mannion, Tonut, Gaspardo, Spagnolo e Biligha.

7-11 al 4′ – L’Italia tiene il ritmo alto e vuole correre in contropiede: da due ripartenze arrivano la tripla di Michele Vitali e la volata al ferro di Pajola. Per l’Islanda due canestri in fila di Hlinason che fa sentire la sua statura nei pressi del ferro.

0-6 al 2′ – Inizio pimpante dell’Italia: sono Pajola e Tessitori a mettere gli ultimi due canestri azzurri andando al ferro, pur contro i 215 centimetri di Hlinason.

Il ct Meo Sacchetti ha scelto il quintetto di partenza dell’Italia: partono Pajola, Della Valle, Michele Vitali, Akele e Tessitori. L’Islanda di Craig Pedersen risponde con Hermannsson, Fridriksson, Gudmundsson, Steinersson e il gigante Hlinason.

E’ quasi tutto pronto per la palla a due tra Islanda e Italia: fuori il gelo e la neve di Hafnarfjordur, dentro il calore dei tifosi e c’è anche qualcuno con i colori azzurri e la bandiera tricolore.

Questi i 12 scelti da Meo Sacchetti per la partita: Della Valle (capitano), Mannion, Biligha, Tonut, Tessitori, Spagnolo, Gaspardo, Imbrò, M. Vitali, Alviti, Akele e Pajola. Fuori Diego Flaccadori.

L’unico precedente tra Italia e Islanda risale ad EuroBasket 2015 quando gli azzurri del ct Simone Pianigiani vinsero soffrendo 71-64 a Berlino nel secondo impegno della prima fase, dopo il ko all’esordio con la Turchia. Per l’Italia 21 punti di Ale Gentile e 12 di Belinelli, nelle file islandesi 17 di Palsson e 11 dell’ex napoletano Stefansson.

Nella formazione islandese, il pericolo pubblico numero uno è Martin Hermannsson, guardia di Valencia e autore di 27 punti nel successo sull’Olanda; da tenere d’occhio anche le altre due guardia Elvar Fridriksson, di Anversa, e Jon Axel Gudmundsson, visto brevemente con la Fortitudo Bologna a inizio stagione, e il gigante Tryggvi Hlinason, 24enne di 215 centimetri in forza a Saragozza.

Dopo il “taglio” di Procida, Totè e Udom, sono 13 gli Azzurri scelti da Meo Sacchetti per il viaggio in Islanda: Della Valle, Mannion, Biligha, Tonut, Flaccadori, Tessitori, Spagnolo, Gaspardo, Imbrò, M. Vitali, Alviti, Akele e Pajola.

Dopo la finestra dello scorso novembre con la sconfitta in Russia e il successo sofferto al Forum contro i Paesi Bassi, l’Italia di Meo Sacchetti torna in campo nelle qualificazioni alla FIBA World Cup 2023 che disputerà in Giappone, Indonesia e Filippine. Gli azzurri avranno un doppio impegno contro l’Islanda, formazione che finora ha giocato due gare in trasferta, vincendo nei Paesi Bassi e perdendo in Russia: prima partita nella terra dei vulcani e dei ghiacci, giovedì 24 febbraio alle ore 21 ad Hafnarfjordur, mentre la “rivincita” sarà domenica 27 al PalaDozza di Bologna alle ore 20.30.

Amici di Eurosport, un saluto da Davide Fumagalli e bentrovati al nostro appuntamento con il LIVE-Blogging di Islanda-Italia, terza gara della prima finestra per le qualificazioni ai Mondiali 2023!

Italia quinta nel mondo: la grande crescita con coach Meo Sacchetti

Basket

Italia: tagliati Procida, Totè e Udom per le sfide con l’Islanda

22/02/2022 A 18:34

Basket

Sacchetti sul ko in Islanda: “Prestazione insufficiente”

10 ORE FA

Reference-www.eurosport.it

About the author

admin

Pioneer Jury is a qualified writer and a blogger, who loves to dabble with and write about technology. While focusing on and writing on tech topics, his varied skills and experience enable him to write on any topic related to tech which may interest him. [email protected]

Add Comment

Click here to post a comment